BEATRICE MOGGI


Le idee diventano forme nelle ingegnose mani di Beatrice Moggi la quale esprime tutta la sua interiorità sulla tela, metafora di una tabula rasa dove la quotidianià non entra, l'incanto dell'emozione si tinge di cromie scelte con accuratezza. Il suo filo diretto con l'arte è costituito da una innata capacità tecnica, come se la mano dell'artista fosse guidata da una forza superiore. Gli oggetti sono ammitrati con occhi che hanno ancora la capacità di stupirsi e cercare nella normalità il particolare meraviglioso, caratteristica tipica dei pittori olandesi che nella vita di ogni giorno potevano cogliere la magia e riprodurla fedelmente.

(Salvo Nugnes)